Dal settore Cultura la parola del mese di maggio: Oltregesso e beni culturali

Le tre Unità pastorali che costituiscono la Zona pastorale Oltregesso intrecciano passato e presente in una sovrapposizione di edifici e simboli, di campanili e ciminiere, tra sacro e profano

La pagina curata da don Giuseppe Pellegrino, Vicario episcopale per la Cultura, propone nel mese di maggio una riflessione su “Oltregesso e beni culturali”, con una serie di iniziative e segnalazioni:

  1. la segnalazione del mese riguarda il libro di Salvatore Franco “Prima che l’abuso accada”: l’autore tratta il delicato e doloroso argomento degli abusi sessuali sui minori con competenza professionale e saggezza spirituale;
  2. la rubrica cantiere del mese si concentra sull’incontro promosso dall’Ufficio per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto con le parrocchie della zona pastorale Oltregesso e la presentazione del nuovo centro parrocchiale che sorgerà a Madonna delle Grazie;
  3. l’opera del mese riguarda le radici da cui ripartire perché l’eredità del passato serva per guardare avanti, prendendo come riferimento la presenza di San Dalmazzo, primo evangelizzatore, ricordato da molte opere d’arte a Borgo, in quella che fu l’antica Pedona;
  4. l’Archivio diocesano custodisce la memoria fornendo una maggiore consapevolezza rispetto ai cambiamenti nella storia: succede alle volte che i luoghi e gli edifici che frequentiamo ci sembrino sempre esistiti in questo attuale modo e i piccoli o grandi cambiamenti ci spiazzano; lo sguardo profetico sul passato promuove una maggiore attenzione alla storia attraverso la custodia degli atti ufficiali;
  5. il libro del mese è il testo di Egle Micheletto “San Dalmazzo di Pedona – Il Museo dell’Abbazia”: raccoglie in sintesi i dati emersi in una decina di anni di indagini archeologiche, guidate dalla stessa autrice, in concomitanza di lavori urgenti di messa in sicurezza della parte absidale, con cripta, presbiterio, cappella superiore e sacrestia della chiesa di San Dalmazzo a Borgo;
  6. l’Ufficio Pellegrinaggi riprende la sua attività presentando alcune proposte di itinerario.

Per saperne di più clicca qui.