Author: eliodotto

Riflessioni sul diaconato permanente, un decennio dopo

Giovedì 10 giugno i Consigli presbiterali di Cuneo e di Fossano hanno iniziato a confrontarsi sul tema - VIDEO

Dieci anni fa il vescovo Giuseppe Cavallotto ripristinava nelle Diocesi di Cuneo e di Fossano il diaconato come grado permanente tra i chierici, dando attuazione alle disposizioni del quarto Sinodo di Cuneo e del settimo Sinodo di Fossano: la prima ordinazione è del 18 settembre 2010. Un decennio dopo i Consigli presbiterali riflettono sul cammino compiuto e sulle prospettive. Giovedì 10 giugno 2021 alle ore … Continua a leggere Riflessioni sul diaconato permanente, un decennio dopo »

Dichiarazione IMU delle parrocchie

Entro il 30 giugno tutti i parroci devono provvedere tramite intermediari abilitati

L’Ufficio dell’Economo diocesano segnala ai parroci l’obbligo di presentare all’Agenzia delle Entrate entro il 30 giugno per ogni singola parrocchia la dichiarazione ai fini IMU relativa ai soli immobili che sono totalmente o parzialmente esenti in quanto utilizzati per attività di culto e religione, ad eccezione di chiese e terreni montani che sono esenti per altra disposizione di legge. La dichiarazione va presentata tramite intermediari … Continua a leggere Dichiarazione IMU delle parrocchie »

Indizione del Sinodo diocesano

Venerdì 28 maggio è stata convocata l'assemblea sinodale diocesana, unica per le due Diocesi di Cuneo e di Fossano

Il Sinodo diocesano, quinto per Cuneo e ottavo per Fossano, è stato formalmente indetto venerdì 28 maggio alle ore 20 nella Chiesa Cattedrale di Cuneo, durante la Celebrazione della Parola in cui il Vescovo ha conferito il mandato agli oltre 100 membri sinodali. La liturgia può essere rivista sul canale YouTube del Sinodo diocesano di Cuneo e di Fossano; qui sotto si può leggere e scaricare … Continua a leggere Indizione del Sinodo diocesano »

Appuntamenti per il clero a conclusione dell’anno pastorale

Indizione del Sinodo, festa degli anniversari di ordinazione e incontri del Consiglio presbiterale

Con una lettera personale, qui allegata, il vescovo Piero ha invitato sacerdoti, diaconi e religiosi ad alcuni importanti impegni della vita diocesana, di Cuneo e di Fossano, che saranno gestiti rispettando tutte le norme prescritte per l’emergenza sanitaria. Venerdì 28 maggio 2021 alle ore 20 a Cuneo, nella Chiesa Cattedrale Liturgia della Parola presieduta dal vescovo Piero con indizione del Sinodo diocesano di Cuneo e … Continua a leggere Appuntamenti per il clero a conclusione dell’anno pastorale »

Tutti i parroci e i rettori di chiese sono invitati a leggere questo comunicato al termine di tutte le Eucaristie festive di una domenica di maggio o giugno per sensibilizzare in merito alla destinazione dell’Otto per mille alla Chiesa cattolica, distribuendo anche il modulo allegato sotto per la raccolta delle firme e aiutando a firmare coloro che necessitano di assistenza.

La scelta della destinazione dell’Otto per mille alla Chiesa cattolica in Italia può cambiare la vita di molti: lo abbiamo toccato con mano in questo lungo periodo segnato da forti tribolazioni, dove la pandemia ha scavato in modo indelebile la vita di tutti.

Una condizione particolarmente dura, in cui tante famiglie e persone sole non sono state sopraffatte dagli eventi grazie alla solidarietà di quei 13 milioni di italiani (dati 2019) che, con la loro firma, hanno contribuito a destinare alla Chiesa Cattolica l’Otto per mille del gettito IRPEF.

Nell’anno 2020, infatti, un conferimento straordinario di oltre 226 milioni di euro è stato messo a disposizione del Paese nella lotta al Covid-19; altri 9 milioni sono andati a sostegno delle fragili strutture sanitarie dei Paesi più poveri, individuate con progetti mirati.

Questa iniziativa caritativa di una portata senza precedenti ha consentito alle Caritas diocesane di tutta Italia di aiutare migliaia di famiglie pressate per la prima volta dall’indigenza, prive di una qualsiasi fonte di reddito a causa della pandemia. Gli stanziamenti hanno permesso di provvedere a generi alimentari, farmaci, prodotti per l’igiene; di pagare bollette, affitti, rate di mutui; di sostenere imprese famigliari e liberi professionisti piegati dalla crisi; di impedire che i debiti li spingessero nelle mani degli usurai e della malavita.

Un apporto rilevante è stato fornito nell’educazione e l’accompagnamento dei giovani più soli ed emarginati, grazie a Pc e Tablet, connessione alla rete, sostegno allo studio e lotta alla dispersione scolastica: nella congiuntura, parrocchie e oratori si sono rivelati spesso l’unico punto di riferimento.

Sono state supportate le strutture sanitarie cattoliche, molte delle quali hanno interamente dedicato risorse umane, posti letto e attrezzature per far fronte all’emergenza pandemica. Con il sostentamento ai sacerdoti, ci si è poi affiancati alle centinaia di preti nella loro missione in corsia negli ospedali civili di tutto il Paese, specialmente nei reparti Covid. Molti di loro, ricordiamolo, hanno pagato con la propria vita l’impegno nell’assistenza spirituale dei malati e degli operatori sanitari.

E ancora, i fondi dell’Otto per mille hanno continuato a sostenere le reti di solidarietà, in Italia e nel Sud del mondo, la cura dei beni artistici e architettonici; le iniziative pastorali e sociali, i sacerdoti delle quasi 26.000 parrocchie italiane.

È dunque importante che tutti, soprattutto i credenti, ricordino che una firma per destinare l’Otto per mille alla Chiesa cattolica rappresenta un gesto di comunione, di partecipazione e di solidarietà che va a beneficio di tutto il Paese.

Un impegno di prossimità concreto che non viene mai meno e che è possibile seguire in ogni momento su www.8xmille.it oppure su https://rendiconto8xmille.chiesacattolica.it/. Per quanto riguarda la Diocesi di Cuneo qui si possono vedere i rendiconti degli ultimi anni.

In allegato il modulo per la destinazione dell’Otto per mille.


Aggiornamento dell’Annuario diocesano

Eventuali modifiche delle coordinate bancarie devono essere comunicate alla Curia per le parrocchie e all'Istituto sostentamento clero per i sacerdoti

Con l’ultimo numero della Rivista diocesana è stato distribuito l’Annuario 2021 della Diocesi di Cuneo, aggiornato al 15 marzo: chi ne volesse ricevere copia gratuita la può richiedere allo sportello della Segreteria generale della Curia. Ad una parte dei dati dell’Annuario, tempestivamente aggiornati, si può anche accedere tramite il sito, sia per le persone che per gli enti. Tutte le persone fisiche e i rappresentanti … Continua a leggere Aggiornamento dell’Annuario diocesano »

Nota in merito ai libri parrocchiali e ai fascicoli delle istruttorie matrimoniali

La Cancelleria vescovile della Curia ricorda ai parroci i doveri in merito ai libri parrocchiali, anche per quanto riguarda l'annuale trasmissione delle loro copie all'Archivio storico diocesano. D'ora in poi i fascicoli delle istruttorie matrimoniali saranno trattenuti in Curia

In questa fase di riorganizzazione delle parrocchie in Unità pastorali, a norma del can. 535 del Codice di diritto canonico e secondo i nn. 16-18 dell’Istruzione del vescovo Piero Delbosco del 31 agosto 2019, la Cancelleria vescovile raccomanda quanto segue. Per quanto riguarda i libri parrocchiali. Ogni singola parrocchia deve avere i quattro libri distinti in cui vengono annotati i battesimi, le celebrazioni in cui … Continua a leggere Nota in merito ai libri parrocchiali e ai fascicoli delle istruttorie matrimoniali »

Attività pastorali in presenza e restrizioni antiCovid: chiarimenti

La partecipazione al culto divino è sempre permessa. Celebrando nella chiese Cresime e Prime Comunioni si devono evitare feste famigliari esterne non conformi alle restrizioni vigenti

Negli sviluppi della pandemia da Covid-19 e della conseguenti restrizioni per contenerla, in merito alla possibilità o all’opportunità di promuovere attività pastorali in presenza è sempre necessario ricordare due criteri fondamentali: il culto divino è sempre permesso, qualunque sia il livello delle restrizioni; tutte le altre attività pastorali in presenza sono invece soggette a limitazioni a seconda del livello delle restrizioni. Il culto divino è sempre permesso, qualunque sia … Continua a leggere Attività pastorali in presenza e restrizioni antiCovid: chiarimenti »

Possibilità di celebrare la Penitenza con assoluzione generale

Anche nel tempo di Pasqua i parroci potranno adottare la terza forma del Rito della Penitenza, assicurando però sempre la confessione individuale ai fedeli che lo richiedono

Ancora fino alla domenica di Pentecoste 23 maggio 2021 le Celebrazioni penitenziali potranno essere concluse con l’assoluzione generale: tale concessione, data a motivo dell’emergenza sanitaria in comunione con i Vescovi della Regione, aiuterà certamente a valorizzare la dimensione comunitaria della Penitenza sacramentale, ma potrà anche favorire una riscoperta della confessione individuale, a cui i fedeli sono sempre rimandati per i peccati gravi, e che i parroci dovranno … Continua a leggere Possibilità di celebrare la Penitenza con assoluzione generale »

Indicazioni diocesane per la celebrazione dei riti pasquali

Le liturgie della Settimana Santa potranno essere celebrate in tutte le chiese in modo compatibile con le norme vigenti in questo tempo di pandemia

In vista della Settimana Santa, tenuto conto delle istruzioni ricevute dalla Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti come pure degli orientamenti dati dalla Conferenza Episcopale Italiana, gli Uffici liturgici di Cuneo e di Fossano trasmettono alcune indicazioni: il Vescovo raccomanda ai parroci e ai rettori di chiese di seguirle con attenzione, in modo da adottare nelle nostre Diocesi comportamenti uniformi. Si … Continua a leggere Indicazioni diocesane per la celebrazione dei riti pasquali »