Ripartizione dei fondi Otto per mille dell’anno 2021

Il Vescovo ha promulgato il Decreto e i contributi vengono erogati entro il mese di gennaio

In data 30 novembre 2021 il Vescovo diocesano ha ripartito il fondo per esigenze di culto e pastorale (505.634,55 euro) e il fondo per interventi caritativi (481.689,60 euro) che la Conferenza Episcopale Italiana ha stanziato per la Diocesi di Cuneo per l’anno 2021.

Il fondo per esigenze di culto e pastorale è prioritariamente destinato al funzionamento della Curia diocesana, con le attività collegate, e della Fondazione Opere Diocesane Cuneesi; in parte viene utilizzato anche per sostenere le parrocchie che si trovano in situazioni economiche delicate e hanno bisogno di operare interventi di natura occasionale e straordinaria, soprattutto per sostenere situazioni economiche delicate. Il fondo per interventi caritativi è destinato alle opere di carità promosse dalla Curia diocesana, in particolare tramite la Fondazione Opere Diocesane Cuneesi che gestisce la Caritas diocesana con le caritas parrocchiali e le associazioni caritative ad essa collegate. L’Istruzione del Vicario generale del 19 dicembre 2018, relativa alla ripartizione di quell’anno, chiarisce ancora più nel dettaglio questi criteri, consolidati negli ultimi anni e sanciti nello Statuto della Curia diocesana in vigore dal 1 ottobre 2018.

Qui si può scaricare il Decreto con il dettaglio della ripartizione.

La liquidazione dei contributi sarà portata a termine a cura della Segreteria generale della Curia diocesana nel mese di gennaio 2022 esclusivamente tramite bonifici bancari su conti correnti intestati alla persona giuridica a cui sono stati assegnati.

La rendicontazione sull’utilizzo dei contributi, secondo le modalità stabilite dalla Conferenza Episcopale Italiana, dovrà essere fatta entro il 31 maggio 2022: per la Diocesi di Cuneo e per il Seminario vescovile di Cuneo direttamente dalla Segreteria generale della Curia diocesana; per la Fondazione Opere Diocesane Cuneesi dal suo Direttore generale; per le parrocchie dai rispettivi legali rappresentanti.

Qui si possono vedere le rendicontazioni degli anni precedenti.